Il rame di Calamita e l'ascia di Ötzi

Il rame di Calamita e l'ascia di Ötzi
È online una nuova ricerca di Michelangelo Zecchini

Il rame di Calamita e l'ascia di Ötzi

L'Elba con il suo rame potrebbe essere stata coinvolta nella vicenda di Ötzi, il corpo ‘mummificato’ di un individuo di circa 5.000 anni fa ritrovato nel 1991 nel giogo di Tisenjoc presso il confine italo-austriaco (provincia di Bolzano) in un ghiacciaio a oltre 3200 metri di altitudine. Il celebre ‘Uomo del ghiaccio’, oggetto di decine e decine di studi internazionali che hanno condotto a scoperte sensazionali, aveva fra i manufatti che costituivano il suo equipaggiamento un’ascia di rame con immanicatura lignea a gomito. Sofisticate analisi chimiche e isotopiche effettuate dall’Università di Padova hanno dimostrato che il rame di tale ascia fu prelevato da una miniera della Toscana meridionale. Finora si è creduto di individuarla nel territorio di Campiglia Marittima, ma Zecchini produce una serie di indizi, letterari e archeologici, che fanno pensare piuttosto al Monte Calamita e, in particolare, alla cosiddetta ‘Grotta Rame’.

È possibile leggere o scaricare lo studio di Zecchini a questo link:

https://www.academia.edu/47768808/LASCIA_DI_%C3%B6TZI_E_IL_RAME_DELLELBA


  • autore
    Michelangelo Zecchini

    Il rame di Calamita e l'ascia di Ötzi

    giovedì 29 aprile 2021 @ 13:12:16

Media

Condividi questo comunicato