Confesercenti incontra il Sindaco di Portoferraio

Confesercenti incontra il Sindaco di Portoferraio
Una delegazione della Confesercenti provinciale di Livorno composta dal Presidente Confesercenti Isola d’Elba, Franco De Simone, dal Presidente Anva Alessandro Lucchesi e dal responsabile Area Sindacale Giorgio Leonelli ha incontrato il Sindaco di Portoferraio Angelo Zini

Confesercenti incontra il Sindaco di Portoferraio

Una delegazione della Confesercenti provinciale di Livorno composta dal Presidente Confesercenti Isola d’Elba, Franco De Simone, dal Presidente Anva Alessandro Lucchesi e dal responsabile Area Sindacale Giorgio Leonelli ha incontrato il Sindaco di Portoferraio Angelo Zini, per lanciare un ulteriore grido di allarme sulla situazione economica del Paese e chiedere un aiuto concreto per portare le imprese fuori dalla pandemia.

Oggi, dopo 395 giorni dall’inizio della pandemia,- dichiara il presidente De Simone – le imprese del Terziario, del Commercio, del Turismo sono ancora punto e a capo e scendono in piazza in una mobilitazione diffusa prevalentemente mediatica per portare all’attenzione delle istituzioni il dramma in cui migliaia di attività e di famiglie versano a causa delle chiusure.

Vogliamo ribadire al primo cittadino del Comune Capoluogo dell’isola d’Elba – continua il presidente – quanto siano state insufficienti le misure di sostegno ed i ristori messi in campo finora dal Governo e di quanto ci sia bisogno di provvedimenti immediati ed efficaci per consentire alle imprese di poter lavorare, in sicurezza, e non perdere quella dignità di cui siamo orgogliosi. Serve un Decreto Imprese adeguato e rispondente alle perdite che le imprese hanno subito.

Che cosa succederà quando termineranno le moratorie bancarie? Che cosa succederà quando dovremo pagare le tasse? Molti imprenditori, oggi, hanno il DURC irregolare e non potranno neanche accedere ai contributi regionali: oltre al danno la beffa – conclude il presidente.

Alessandro Lucchesi rappresentante di Anva Confesercenti, la federazione degli ambulanti, lancia l’ennesimo appello: - la categoria che noi rappresentiamo rivendica in maniera civile e responsabile, il diritto di lavorare. Chiediamo urgentemente la riapertura del comparto e la garanzia di ristori veri ed immediati finché la situazione non si stabilizza .

Nelle zone rosse i Mercati non alimentari sono fermi da settimane, i mercati turistici, senza reddito da tempo per totale mancanza di frequentatori; sagre e fiere anche queste ferme dal Marzo 2020.

Evidenziamo con responsabilità un disagio, che rischia di trasformarsi in disperazione. Non vogliamo elemosine, vogliamo lavorare - .

Sostanziale condivisione dell’iniziativa anche da parte del primo cittadino di Portoferraio, che, nell’apprezzare l’impegno e l’intento dell’associazione, ha espresso pieno sostegno alle istanze della categoria.

Media

Condividi questo comunicato

Preventivo Vacanza