Isola d'Elba Fetovaia Isola d'Elba Innamorata Isola d'Elba Paolina Isola d'Elba Sansone Isola d'Elba Scoglietto Isola d'Elba Marciana

Napoleone 1769-2019

da lunedì 29 luglio 2019 a giovedì 31 ottobre 2019
Palazzina dei Mulini, Portoferraio Isola d'Elba

Una mostra per celebrare i 250 anni della nascita di Napoleone. Si tratta di “Napoleone 1769-2019: un ‘Grande’ di Francia in Toscana nel 250° anniversario della nascita”, a cura di Giuseppe Adduci, che sarà inaugurata lunedì prossimo 29 luglio a Portoferraio, nella palazzina dei Mulini, nel museo delle Residenze Napoleoniche dell’Elba.

L’esposizione vede come protagonisti i soldatini di piombo di ambiente napoleonico della collezione “Alberto Predieri” della Fondazione CR Firenze e le stampe d’epoca, sempre napoleonica, della collezione della Fondazione Livorno. Si tratta di un evento promosso dal Consiglio Regionale della Toscana, dalla Fondazione CR Firenze e da Fondazione Livorno Arte e Cultura.

All’inaugurazione, prevista per le 10.30, interverranno il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani e il consigliere regionale Gianni Anselmi. L’iniziativa rientra nell’ambito della legge regionale 10/2019 per la valorizzazione di grandi personalità che si sono distinte nella costruzione dell’identità toscana. Tra queste figura a pieno titolo Napoleone Bonaparte, sia per le origini toscane della sua famiglia (nativa di San Miniato di Pisa), sia per gli eventi che ne hanno segnato, sempre in terra toscana, la parabola discendente. Già la scorsa estate, sempre a Portoferraio, era stata allestita la mostra ‘Napoleòn’ e la nuova esposizione si caratterizza per la sua multimedialità. Ad accompagnare stampe e soldatini sono infatti video, luci ad hoc e audio che evocano emozioni e suggestioni del periodo di riferimento. Saranno inoltre esposti interessanti documenti d’epoca della permanenza di Napoleone all’Isola d’Elba: copie anastatiche di lettere autografe di Napoleone in cui si affronta il tema dello sfruttamento dei giacimenti minerari dell’Elba.

La mostra sarà visitabile fino al 31 ottobre.

Condividi questo evento