A cena con gli Etruschi

Programmato da giovedì 30 giugno 2022 a sabato 2 luglio 2022
Ristorante Acquasalata, Nisporto, Rio Isola d'Elba
A cena con gli Etruschi

Giovedì 30, venerdì 1 e sabato 2 luglio ore 20 a Nisporto (Rio) presso il Ristorante Aquasalata.
Evento “A cena con gli Etruschi”. A partire dalle ore 18 ricostruzione, nel piazzale antistante il Ristorante, di un’abitazione etrusca con scene di vita etrusca e laboratori didattici per bambini ed adulti a cura del gruppo di rievocazione storica Ruva Leu (Leoni di Nemea). Allestimento, sempre a cura del gruppo di rievocazione storica Ruva Leu, di un banchetto con simposio etrusco presso il ristorante Aquasalata a Nisporto, con klinai, danze, gioco del kottabos, pietanze e vino servito alla maniera etrusca dal cratere, nelle brocche e nei kylikes. Durante la cena, a partire dalle ore 20,00, la narrazione sarà affidata all’enologo Carlo Ettore ed all’archeologo Fabio Spagiari. Il menù è curato da Mauro Raschi e Felice Sapio, che hanno condotto un’accurata ricerca sugli ingredienti e il cibo che usavano gli Etruschi.
Si consigliano per chi arriva in auto il parcheggio su due livelli a Nisporto in fondo alla strada o
presso il parcheggio che si trova nelle adiacenze della Fornace, raggiungendo il luogo dell’evento a
piedi lungo la bellissima spiaggia di Nisporto. Chi volesse venire vestito alla maniera etrusca lo può
fare attenendosi ai costumi dell’epoca con tuniche e chitoni in lino drappeggiati e corone di fiori e
foglie sulla testa.
Per l’evento, che comprende la cena a pagamento (euro 60,00 a persona) oltre allo spettacolo ed
alle presentazioni degli esperti, dato il numero limitato di posti, si consiglia di prenotare indicando
una delle tre giornate, al numero +39 346 6977279 - 0565 963027
A Rio nell’Elba, proprio venerdì 1 luglio, si terrà l’inaugurazione della mostra “Il Ferro e l’Oro.
Rotte mediterranee tra Etruria e Oriente” presso il Museo Archeologico del distretto minerario
che fa parte dello S.M.AR.T. Un appuntamento imperdibile che aggiunge un tassello fondamentale
nella ricostruzione dei legami che esistevano oltre duemila anni fa fra l’Elba e le civiltà
mediterranee, in particolare con quella etrusca. La mostra, dove saranno esposti oggetti
conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze, curata dall’archeologo Marco Firmati,
rimarrà aperta fino al 2 ottobre.

Condividi questo evento