Isola d'Elba Fetovaia Isola d'Elba Innamorata Isola d'Elba Alba Isola d'Elba Paolina Isola d'Elba Sansone Isola d'Elba Scoglietto Isola d'Elba Marciana

Primi Piatti Isola d'Elba

Bordatino

Bordatino

Bordatino

Questa zuppa è stata importata dai boscaioli e zappatori provenienti dall'appennino Tosco-Emiliano che venivano a "svernare" all'Elba prestando la propria opera. Era consuetudine di questi preziosi e instancabili lavoratori, impropriamente detti "lombardi", portarsi dietro dal loro paese di origine un sacchetto di farina gialla e uno di fagioli secchi ad integrazione del vitto a loro spettante. Il nome di bordatino sembra derivare dal bordo che si forma sulla zuppa subito dopo che è stata scodellata.
Si chiama « bordatino » una stoffa di cotone molto rozza che serviva per fare grembiuli da cucina. Era solitamente di un colore verde e giallo e probabilmente la minestra porta questo nome perchè è rozza e quando è cotta ha questi colori.

Ingredienti

  • 300 g di fagioli borlotti lessati
  • 250 g di farina gialla
  • 2 mazzi di cavolo nero
  • 70 g di conserva o concentrato di pomodoro
  • una grossa cipolla
  • sale
  • olio d'oliva

Preparazione

Bollire i fagioli borlotti nella maniera tradizionale conservando l'acqua di cottura.

Una volta all'Elba si usavano i fagioli cosiddetti "dall'occhio" o "campesi".

In una casseruola soffriggere la cipolla tagliata a fettine nell'olio, aggiungere la conserva o il concentrato di pomodoro, fare insaporire e aggiungere il cavolo nero tagliato a pezzetti. Lasciar cuocere per circa venti minuti aggiungendo un po' d'acqua. Unire i fagioli con la propria acqua e portare a cottura. Aggiustare di sale e aggiungere la farina gialla a pioggia, facendo attenzione a non formare grumi. Far cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti. Se dovesse a fine cottura risultare troppo denso si può aggiungere ancora acqua purché sia bollente.

Versare nei piatti e servire dopo averlo lasciato riposare per qualche minuto. Lo si può servire con crostini di pane fritti nel burro o nello strutto. Il "bordatino", avanzato freddandosi si rassoderà e si potrà tagliare a fette che verranno fritte in abbondante olio o abbrustolite sulla brace di legna.

A Marciana il piatto si prepara più frugalmente con la sola farina gialla versata sui crostini e prende lo stesso nome continentale di "farinata".

Bordatino

3,5 su 5
Vota la ricetta Bordatino come:

Condividi ricetta

Preventivo Vacanza